LA COSA DA FARE PER AVERE MUSCOLI AL TOP

STRETCHING

Lo stretching nel CrossFit ma anche nella vita di tutti i giorni gioca un ruolo fondamentale per la cura e il benessere del proprio corpo.

Il presupposto di un allungamento muscolare e la relativa elasticità sta nell’avere un’ arco di movimento ampio e permettere al proprio corpo di eseguire dei movimenti naturali e funzionali del tutto in maniera molto semplice.

Tutto questo aiuta il nostro corpo ad avere più forza, un maggiore risparmio energetico e moltissima più coordinazione.

I primi studi sullo stretching sono nati dalla semplice osservazione del mondo animale e dai comportamenti dell’uomo, infatti è sufficiente far caso ai gesti di tutti noi appena svegli: ci stiracchiamo, ossia allunghiamo i muscoli che durante il sonno si sono accorciati, in questo modo si prepara il fisico alla giornata appena iniziata.

Aiuterà a mantenere le vostre articolazioni “giovani”, poiché solamente lo stretching e il consecutivo allungamento dei capi muscolari può essere l’unica soluzione che aiuterà a mantenere le ossa in una situazione in cui non collidono l’una contro le altre, solamente in questo modo quindi si preserva tutta la struttura.

Aiuterà a essere più veloci nel movimento, il tutto semplificherà e vi aiuterà a qualsiasi performance stiate puntando.

Aiuterà negli infortuni, infatti dei muscoli poco elastici sono la prima causa di infortuni muscolari a livello sportivo e non.

Ma vediamo nello specifico come si può utilizzare e quanti tipi di stretching c sono:

Stretching statico: Lo stretching più conosciuto che prende spunto dallo yoga, con le sue posizioni e il suo modo di respirare rilassa e allunga tutto il corpo dal sistema nervoso ai tendini.

Stretching dinamico: Uno stretching usato più in ambito sportivo dove sono previsti movimenti ad alta velocità, poiché agisce sull’elasticità di muscoli e tendini. Si effettua una sorta di movimento a “rimbalzo” con una certa rapidità tra le ripetizioni.

Stretching isometrico o PNF: lo stretching più sofisticato praticato dopo un attenta preparazione ed eseguito da una persona qualificata. è uno stretching molto invasivo eseguibile come allenamento vero e proprio o come giorno di rest..in questo stretching si va ad “imbrogliare” l’apparato del golgi in modo tale che il sistema nervoso rilascia i tendini, sentendosi sotto pressione e si vanno a rilassare.praticare con attenzione.

Insomma lo stretching è alla base di un muscolo al top della tonicità e quindi della sua performance!! Appena finito e prima di iniziare un allenamento questo tipo di lavoro non potrà fare altro che portare il tuo sistema  muscolare ad un livello superiore!!

Nikolas Milani

Se vuoi conoscerci meglio e sei tentato/a a provare questa magnifica disciplina clicca qui: Programma PRINCIPIANTI